TEATRO

FRANCOBICINI

TEATRO FRANCOBICINI

Via del Cortone,35 - Perugia

info@teatrofrancobicini.it

Tel. 075-5736794
Cell. 333-3879119

DIRETTORE ARTISTICO
Mariella Chiarini

Pagina del teatro FrancoBicini


ISCRIZIONE NEWSLETTER

I Prossimi appuntamenti


Orario spettacoli:

I Sabati ore 21:15

Le Domeniche e i festivi ore 17:15


Da sabato 20 novembre
a domenica 19 dicembre 2021:

L'EMANCIPATA

Commedia

di Franco Bicini
Regia: Mariella Chiarini
Compagnia: "Canguasto"


28 dicembre ore 18

SOLISTI AQUILANI - MUSICA BAROCCA

Spettacolo Musicale


12-13-19-20 febbraio 2022

MINCHIA, SIG. TENENTE!

Commedia

di Antonio Grosso
Regia: Gianni Bevilacqua
Compagnia “Le voci di dentro”


26 e 27 febbraio 2022

“Cantar danzando!” Dal Valzer viennese al Tango argentino

MUSICALE

ODICÒN VOCAL QUARTET
Al pianoforte: Maria Giulia Burini e Alessio Pedini


5 e 6 marzo 2022

IO VERGINE, TU PESCI?

Monologo Astrocomico

di Giuseppe Sorgi


12 - 13 - 19 - 20 marzo 2022

DA BACH A ZERO, DAL CLASSICO AL LEGGERO

del M° Fausto Sportolari
Regia: Mariella Chiarini


9 e 10 aprile

VIAGGIO LIRICO DA PUCCINI ALLA PIU’ CELEBRE CANZONE ITALIANA

Con Christian Cola (tenore) e Sergio Catalano (pianoforte)


ANNULLATO

INCENDI

Dramma

di Wajdi Mouawad
Regia: Claudio Pesaresi
Compagnia: "Al Castello"


7 e 8 maggio 2022

LA ZUPPIERA

Commedia

di Robert Lamoureux
Regia di Claudio Pesaresi
Compagnia: "Al Castello"


14 e 15 maggio 2022

IL CAMPANELLO DELLO SPEZIALE

Melodramma Giocoso

di Gaetano Donizetti
Associazione Musicosmicamente


21-22 maggio 2022

DA BACH A ZERO, DAL CLASSICO AL LEGGERO

del M° Fausto Sportolari
Regia: Mariella Chiarini




Eroine del Risorgimento

Eroine del Risorgimento - Letture da Antonio Spinosa e da Bruna Bertolo

Con questa lettura, siamo andati alla ricerca delle italiane dimenticate, di cui la storia politica non si è mai interessata, pur avendo esse svolto un ruolo decisivo nel raggiungimento dell’indipendenza e dell’unità d’Italia. Accanto alle contesse, alle grandi dame animatrici di quei salotti aristocratici in cui si riunivano i cospiratori, ci è sembrato giusto ricordare anche le coraggiose donne del popolo che hanno saputo imbracciare i fucili, combattendo con animo indomito ed eroico, accanto ai compagni patrioti. Ci è piaciuto anche, in mezzo a tanto dolore e a tanto sangue, raccontare di storie d’amore: quello di Giuditta Bellerio Sidoli che offrì un raggio di calore alla fredda solitudine di Mazzini; quello di Anna Schiaffino Giustiniani che si annullò in Cavour; quello materno di Adelaide Bono Cairoli che, dopo aver perso ben quattro figli in sanguinose battaglie, li pianse, ma continuò a credere nell’unità. Garibaldi, generoso e sensibile al fascino femminile, esaltò nei suoi proclami la magnanimità delle italiane, indicandole come esempi da imitare in eterno.