TEATRO

FRANCOBICINI

TEATRO FRANCOBICINI

Via del Cortone,35 - Perugia

info@teatrofrancobicini.it

Tel. 075-5736794
Cell. 333-3879119

DIRETTORE ARTISTICO
Mariella Chiarini

Pagina del teatro FrancoBicini


ISCRIZIONE NEWSLETTER

I Prossimi appuntamenti


Orario spettacoli:

I Sabati ore 21:15

Le Domeniche e i festivi ore 17:15


Da sabato 20 novembre
a domenica 19 dicembre 2021:

L'EMANCIPATA

Commedia

di Franco Bicini
Regia: Mariella Chiarini
Compagnia: "Canguasto"


28 dicembre ore 18

SOLISTI AQUILANI - MUSICA BAROCCA

Spettacolo Musicale


12-13-19-20 febbraio 2022

MINCHIA, SIG. TENENTE!

Commedia

di Antonio Grosso
Regia: Gianni Bevilacqua
Compagnia “Le voci di dentro”


26 e 27 febbraio 2022

“Cantar danzando!” Dal Valzer viennese al Tango argentino

MUSICALE

ODICÒN VOCAL QUARTET
Al pianoforte: Maria Giulia Burini e Alessio Pedini


5 e 6 marzo 2022

IO VERGINE, TU PESCI?

Monologo Astrocomico

di Giuseppe Sorgi


12 - 13 - 19 - 20 marzo 2022

DA BACH A ZERO, DAL CLASSICO AL LEGGERO

del M° Fausto Sportolari
Regia: Mariella Chiarini


9 e 10 aprile

VIAGGIO LIRICO DA PUCCINI ALLA PIU’ CELEBRE CANZONE ITALIANA

Con Christian Cola (tenore) e Sergio Catalano (pianoforte)


ANNULLATO

INCENDI

Dramma

di Wajdi Mouawad
Regia: Claudio Pesaresi
Compagnia: "Al Castello"


7 e 8 maggio 2022

LA ZUPPIERA

Commedia

di Robert Lamoureux
Regia di Claudio Pesaresi
Compagnia: "Al Castello"


14 e 15 maggio 2022

IL CAMPANELLO DELLO SPEZIALE

Melodramma Giocoso

di Gaetano Donizetti
Associazione Musicosmicamente


21-22 maggio 2022

DA BACH A ZERO, DAL CLASSICO AL LEGGERO

del M° Fausto Sportolari
Regia: Mariella Chiarini




Paradiso..vado e torno! di F. Bicini

Paradiso..vado e torno! di F. Bicini

Pur ambientata tra cielo e terra, è una commedia che presenta personaggi e situazioni sempre radicate nella realtà del ns. mondo un po’ pazzo, a volte drammatico, ma sempre variegato, spesso divertente. Al centro della vicenda c’è Angelo, costretto a sopportare una famiglia alquanto movimentata.Le disavventure di Angelo culminano con l’incidente d’auto provocato dall’ennesima trovata del cognato Cirillo che, a causa della sua infermità mentale, non risparmia guai e sorprese a chi gli passa accanto. Angelo muore e si ritrova in una specie di anticamera dell’aldilà. Qui incontra una galleria di personaggi ancora tutti calati nella loro esperienza terrena e che, con la loro passionalità, ci offrono un vago ricordo di immagini dantesche. Ma la Misericordia divina consente, a chi ne fa richiesta, una seconda possibilità: si può tornare in terra affrontando le stesse identiche situazioni, sostenuti, questa volta, dalla voglia di conquistarsi il Paradiso appena intravisto. Satira di costume e del carattere, umorismo tra fantasia e realtà fanno di questa commedia un gustoso divertissement, non privo di riflessioni e messaggi individuabili tra le righe di un dialogo sempre serrato e frizzante.