Stampa questa pagina

Quando piovono gli angioletti

Quando piovono gli angioletti di F. Bicini

L’azione si svolge presso una famiglia medio borghese, i Respoli, la cui maggiore preoccupazione è quella di salvaguardare, ad ogni costo, l’onorabilità e la rispettabilità dei suoi membri. Ma una mattina, un evento inatteso mette a repentaglio quel buon nome così alacremente conquistato, a lungo ambito, tenacemente difeso. Ansia e agitazione di tutti per lo scandalo che incombe sulla grande famiglia Respoli. Si susseguono continui colpi di scena che pongono, a turno, sul banco degli imputati ciascuno dei componenti maschili della famiglia. Quando ogni debolezza, ogni miseria umana e morale sarà stata spietatamente messa a nudo, la nube si dissolverà. In questa commedia di Bicini, scritta nel 1972, si riscontrano alcuni elementi caratteristici della sua produzione: critica di costume, ironia, vivacità. Aldilà della satira sull’ipocrisia, il perbenismo e il desiderio di potere, sta la piacevolezza del dialogo tra i personaggi, tutti magistralmente messi a fuoco nel loro carattere. Le debolezze umane sono stemperate dal sorriso bonario ed ironico dell’autore che sembra divertirsi un mondo nel rappresentare questa umanità più sconsiderata che peccatrice.